Commento al Vangelo del 30 Agosto 2013

Commento al Vangelo del 30 Agosto 2013

Dal Vangelo secondo Matteo 25.1-13

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.

A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.

Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”. Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

 

Parola del Signore

 

La parola di Dio è la sua salvezza è data a tutti in maniera unica ed indistinta. Il Signore come ci ricorda S. Paolo nella sua seconda lettera a Timoteo vuole che tutti arrivino alla salvezza. Dopotutto Cristo è morto per tutti . Per tutte le persone di ogni razza, età e tempo.

Dico questo perché mi sembra che il vangelo ci dice che erano dieci vergini. Questa “ verginità” accomuna sia le sagge che le stolte. Allora a cosa è dovuta la stoltezza delle cinque nominate nel vangelo? Cosa significa?

Nella Bibbia in generale per stoltezza si intende l’uomo che per tanti suoi motivi non segue le vie della giustizia e del Vangelo. E’ l’uomo che non vigila. E’ l’uomo che prende per scontati certi cammini personali e che sono obbligatori. Alla fine questo uomo si ritrova solo con se stesso, lontano da Dio e pieno di se stesso. Ecco la stoltezza.

Le cinque vergine stolte pur avendo le lampade non ebbero tempo di pensare all’olio. Furono prese dal momento. Vivere il momento senza pensare all’immediato futuro. Dieci vergini con le loro lampade, ma la differenza la fa l’olio che non era sufficiente a cinque di loro. In altre parole noi riceviamo continuamente doni dal Signore ( cfr. l’essere vergine e la nostra lampada con un po di olio dentro) ma sta a noi prenderci cura affinché l’olio non si esaurisca. Pur essendo invitati, ma se non abbiamo l’olio corriamo il rischio di rimanere fuori. Nulla varrà il nostro bussare alla porta.

A volte , penso che anche noi ci troviamo a nostra insaputa con poco olio. Abbiamo la lampada , godiamo anche la luce e il calore che emana ( come per esempio , la bellezza della fede , dell’avventura cristiana della fede ) ma sbadati e presi da preoccupazioni contingenti , dimentichiamo l’olio . Ma se questo capita certo non è colpa del buon Dio ma solo della nostra superficialità e poca attenzione a ciò che è veramente importante nella nostra vita.

Credo che un aspetto importante del nostro essere missionari è proprio la coscienza del dono e della gratuità che Dio continuamente usa nei nostri confronti . Ma se non coltiviamo il dono, allora siamo e andiamo alla deriva. Ma il nostro essere missionari ci impegna ogni giorno ad essere vigili su noi stessi, sui nostri atteggiamenti, su quello che diciamo e facciamo . Il tutto dobbiamo passarlo al vaglio della Parola di Dio. Allora con sufficiente olio possiamo anche non solo essere luce ma assicurarci che la nostra lampada ha olio a sufficienza. Questo aiuterà noi e gli altri , ai quali annunciamo il vangelo , a scoprire il segreto per entrare nel Regno. Quel Regno che Gesù stesso ci ha portato e per il quale vuole che noi siamo sempre suoi collaboratori fedeli prendendoci cura dei suoi doni e vivendo con gratitudine la sua presenza nella nostra vita.

 

C’è olio a sufficienza nella tua lampada?