Gli Auguri Natalizi di Suor Tarcisia Ciavarella

25.03.2014 16:36

Città del Messico 20 Dicembre 2013

 

"Gloria a Dio nell'alto dei cieli

e pace in terra agli uomini che Lui ama.."

Lc. 2,14

 

 

MIEI CARISSIMI,

 

Spero non arrivare troppo in ritardo per un momento bello di famiglia, come quello dello scambio degli auguri per le feste natalizie ormai alle porte.

Vi penso tutti, riuniti in casa, in famiglia, in comunità, per accogliere il segno concreto della presenza di Dio in mezzo a noi: "Un bambino è nato per noi, un figlio ci è stato dato... e il suo nome è Principe della pace ..." (Is.9,5-6).

Dio ci regala il dono più bello del suo cuore, quello dell'Incarnazione di suo Figlio, Gesù, Salvatore del mondo, che, per amore a tutta l'umanità, è l'Emanuele, segno visibile e tangibile del Dio con noi.

E' un mistero grande, dove le parole restano povere e forse anche inutili. Ma sento che possiamo anche noi, contemplare e vivere questo mistero in modo diverso, forse con gli occhi e il cuore dei piccoli, che, per la loro innocenza, sanno cogliere sempre cose bellissime della vita, gioire e sorprendersi delle piccole cose quotidiane, perché vivono con il cuore pieno di gioia e gratitudine, per il calore e l'affetto che ricevono dai loro cari.

Penso che l'augurio che possiamo farci reciprocamente, sia quello di contemplare certamente il Bimbo nella culla di Betlemme, per riscaldare e convertire il cuore, per accogliere e custodire la vita che Dio ci affida, come segno che Lui si fida di noi. Come Lui, che ci ama e si dona per noi, possiamo continuare ad amare e generare vita piena, per chi vita non ha, o vive nelle notti oscure della solitudine, della disperazione, della miseria. Quante realtà di notti umane che gridano luce, speranza, forza, e Dio non è sordo a tutto questo. Attraverso ciascuno di noi, Dio stesso si rende presente e ci fa' strumenti del suo amore e della sua grazia. Per questo ha senso il Natale. Non per i regali consumistici, o gli sprechi che la società ci impone, ma perché abbiamo bisogno di celebrare il Natale, come calore umano del dono dell'Amore di Dio che in Gesù, si fa vita, pace, gioia, fraternità, comunione, solidarietà. Il calore dell'amore è sempre una forza rigeneratrice di vita.

Per me poi è un Natale tutto speciale, "alla messicana", e mi sto preparando con un cuore grato al Signore per il dono di essere qui, in questa mia nuova missione, dove mi sembra che il tempo voli più in fretta del solito. Fra qualche giorno è già un mese che sono qui, e sono ancora in fase di ascolto, di contemplazione, d'iniziazione, proprio con quello spirito dei piccoli che sono attratti da tutto e da tutti, avendo tante cose belle. Dopo la prima settimana di fatica che ho provato per l'adattamento fisico al clima, all'altitudine, al ritmo frenetico della capitale, mi sembrava proprio di non farcela. Certo è proprio vero che per una buona missionaria ci voglio tre virtù fondamentali: la pazienza, la pazienza e la ... pazienza. Cosi con tanta pazienza e con la grazia del Signore, ho cominciato a ritrovare il mio ritmo e rendermi conto della realtà in cui sono.

Ho avuto la gioia di vivere pienamente la grande festa della Madonna di Guadalupe lo scorso 12 di dicembre. Un evento straordinario per tutti i messicani, perché Maria ha un posto importante nel cuore di ognuno di loro: Lei è la vera mamma che si è fatta vicina agli ultimi, agli indigeni, e con loro oggi accoglie e abbraccia tutti, per custodirli e benedirli sempre. Ho ancora viva nel cuore la celebrazione della veglia di preghiera vissuta alla vigilia della festa, dove dalle 16h pm fino all'una e mezza del mattino, siamo stati nella Basilica, strapiena di gente. Ci sono stati diversi momenti celebrativi, come il vespro, il rosario solenne, le serenate popolari alla Madonna, l'ora di preghiera e di musica degli immigrati, e la celebrazione della Santa Messa a mezzanotte con il famoso canto della "Magnanitas" ( canto di auguri di buon festa alla Madonna). Una marea di gente è passata a salutare la Madonna di Guadalupe, offrendo un fiore, una moneta, un cero, una preghiera di lode e di petizione, lacrime di gioia e di dolore, il loro stesso cuore pieno di pene e speranze.

Vi assicuro che sul volto di ognuno, al di la della stanchezza fisica dei lunghi pellegrinaggi a piedi e delle file di attesa per entrare nella Basilica, traspariva la gioia e l'orgoglio di stare lì, davanti a Lei, la Mamma del cielo, che assicura grazie e benedizioni speciali. Veramente commovente sentire forte la fede sincera e pura della gente semplice che, per questa festa solenne, è disposta a tutto, a qualsiasi sacrificio, pur di rendere omaggio alla Morenita che dal cielo è scesa a prendersi cura dei più poveri e impoveriti della storia, indicando a tutti il cammino dell'amore e della fiducia in Gesù. Anch'io, ho portato il mio cuore, con tutti voi, con la promessa di ricordarvi sempre, perché dovunque siate possiate sentire la protezione materna della Mamma del cielo con tutte le sue grazie.

Risiedo nella comunità comboniana, casa provinciale di Città del Messico, formata da 10 sorelle. Una comunità dove ho ritrovato tante sorelle di vecchia conoscenza e avventure degli anni passati. Un ambiente molto bello e fraterno, dove mi sento a casa. Mi è stato chiesto di dare una mano nel servizio di Animazione missionaria, in equipe con altre due sorelle, sia sul territorio locale, che in altre regioni. Il lavoro di Animazione Missionaria si realizza in collaborazione con il centro missionario della diocesi, nelle scuole, nelle parrocchie, gruppi, movimenti, per dare formazione missionaria, corsi di giustizia e pace. Di lavoro ce n'è, ve lo assicuro e vi chiedo solo una preghiera perché possiamo dare il meglio per il bene della gente ed essere testimoni del Regno di Dio qui e ora.

Ecco in breve solo alcune notizie veloci, ma ci risentiremo ancora.

Vi chiedo una preghiera speciale per il Centrafrica e per il Sud Sudan, duramente provati in questo periodo. Che il Principe della Pace, abbia pietà di tante vittime innocenti e faccia il miracolo della vera pace per tutti.

Vi abbraccio con affetto e gratitudine immensa, con tanti auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo 2014, vostra ....

Sr. Tarcisia

 

Misioneras Combonianas - Av. Riobamba, 903 - Col. Lindavista - Deleg. G. A. Madero - 07300 Mexico, DF ( Mexico) Tel. 00-52-55-55-868589 - tarcysud@yahoo.it - skype: tarcytorre