Dopo la Pasquetta il litorale domitio diventa una grande pattumiera

24.04.2014 21:21

E' stata una giornata di pasquetta tra l’inciviltà ed il degrado, quella vissuta sulle spiagge del litorale Domitio. 

 

 

Decine di famiglie e di giovani hanno affollato il lungomare approfittando della giornata calda, ideale per qualche tuffo e per le prime tintarelle.

Giostre, bancarelle e divertimento sulla costa affollata, ma anche vandalismo ed incuria, per il consueto pic-nic del lunedì dell’Angelo che si è tramutato in una vera “gara della maleducazione”.
Tutta la linea di costa che va dalla località di Lago Patria a Castelvolturno, è stata interessata da questo dramma.

Le onde del mare, durante le prime ore della sera, sembrano infrangersi contro una discarica a cielo aperto. Dalle bottiglie in vetro e plastica, ai piattini, a buste e sacchetti riempiti ed abbandonati nel primo angolo libero. Un vero tappeto di rifiuti insomma, che rende irriconoscibile una costa tra le più frequentate della zona.

“Non si ha cura di questo litorale” ci dice un ristoratore, “la gente viene qui con il primo caldo ed inizia a sporcare la spiaggia che in estate è frequentata da centinaia di persone, senza curarsi delle conseguenze delle loro azioni. Noi ci impegniamo a fare il nostro dovere per attirare turisti, ma se questo stato di abbandono persisterà, nessuno vorrà più venire da queste parti”.

I cittadini e gli imprenditori, chiedono controlli ed iniziative serie per il recupero dell’area che sempre più spesso, durante l’anno, è soggetta al vandalismo di chi frequenta queste spiagge.