DIARIO DI BORDO DOMENICA 18 AGOSTO - 2013 CONDIVIDERE UNA GIOIA

27.04.2014 20:15

 

Carissimi amici,

ci sono eventi nella nostra vita che ci fanno gioire di una gioia del tutto particolare. Oggi nella  chiesa parrocchiale del mio paese ho amministrato la prima comunione a una bambina di nove anni di nome Rosy. Quando le ho chiesto cosa provasse mi ha detto “ sono felicissima “ E poi la sua espressione facciale ha detto il resto. Che bello. Quanto amore e semplicità di cuore. Davanti a un cuore che si lascia amare, anche i cuori più forti cedono. Il mio ha ceduto certamente, tanto che alla fine mi sono sentito nel cuore il desiderio di fargli un regalo. Le ho regalato la croce che ho indossato per svariati anni. Non mi sono mai distaccato da quella croce. Era troppo significativa per me. E’ stata la mia compagna di viaggio. E’ stata la mia forza. Dio sa quante volte stringendola tra le mani, chiedevo a Dio di darmi forza e coraggio . Ed era realmente una grande forza per me. Oggi ho voluta darla in dono a Rosy. La sua gioia a innescato una grande gioia anche nel mio cuore. So che lei custodirà la Croce con amore. Io apparentemente sono rimasto senza. Certo indosserò altre croci ma non saranno come la mia croce (in ebano e fatta dalla gente della missione dove ho speso i primi anni di vita missionaria), ma non importa. Oggi ho sentito che non ho più bisogno di una croce da indossare perché mi sento legato a lui, il Crocefisso. E questo mi basta. Non ho bisogno di altro.  Grazie Rosy perché oggi con la tua gioia e semplicità mi hai fatto fare un piccolo passo in avanti verso un amore piu profondo  e più vero verso il Signore. Non ho più bisogno della croce ( che forse qualche tempo fa non avrei mai dato a nessuno per nessunissima ragione ) perché sento nel mio cuore la presenza mite e semplice di un Cristo crocefisso che mi  ama.