Diario di bordo 10.08.2013

27.04.2014 20:17

Alla sera della vita ciò che conta è avere amato.

Benedetto chi nel cuore la sua fede ha conservato.

 

 

Carissimi amici,

stasera mi ritrovo con un cuore piccolo e triste. Non da molto ho appreso la notizia che è salita al cielo una persona buona e missionaria. Morte improvvisa. Si chiamava Laura. Si, amava tantisimo noi missionari. Da poco aveva festeggiato il suo compleanno. Avevo parlato con lei al telefono solo 4 giorni fa. Non potevo mai immaginare che oggi il Signore l’avrebbe chiamata a se. A dire il vero è salita al cielo ieri il 9 di Agosto. Il titolo di questo diario di oggi è anche il titolo di una canzone che noi piccoli seminaristi nel seminario comboniano di Troia cantavamo alla fine della compieta. Parole semplici ma belle e veritiere. Si alla sera della vita cio che conta è avere amato. Laura ha amato tantissimo noi missionari. Si è sempre sentita parte della nostra famiglia. Apprezzava gli sforzi. Apprezzava tutto di noi. Il suo zelo e la sua passione missionaria non conoscevano confini. Quante volte si metteva in contatto telefonico con noi missionari. Non pensava alla distanza. Chiamava e basta. Ora penso anche alla sua sorella maggiore Milda che è rimasta sola. Le mancherà tantissimo come manca a noi missionari che l’abbiamo conosciuta. Ora dal Cielo è libera di stare ancora di piu con noi missionari e soprattutto di scomodare il buon Dio affinchè ci guidi e ci illumini lungo il nostro cammino. Che Dio la abbia in gloria con Lui. Che sia lo stesso Dio a dare a Laura il premio della sua generosità e dedizione a noi missionari.

L’eterno riposo dono a lei o Signore la luce perpetua e riposi in pace .Amen

 

(Laura con Milda, sua sorella Maggiore con il Papa Benedetto XVI)