Commento al Vangelo, Sabato 7 Settembre 2013

19.10.2015 19:45

 

Lc 6,1-5

 Perché fate in giorno di sabato quello che non è lecito?

 +  Dal Vangelo secondo Luca

 Un sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli coglievano e mangiavano le spighe, sfregandole con le mani.  Alcuni farisei dissero: «Perché fate in giorno di sabato quello che non è lecito?». Gesù rispose loro: «Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? Come entrò nella casa di Dio, prese i pani dell’offerta, ne mangiò e ne diede ai suoi compagni, sebbene non sia lecito mangiarli se non ai soli sacerdoti?».  E diceva loro: «Il Figlio dell’uomo è signore del sabato».

Parola del Signore

 

Cari amici ci viene presentato nel vangelo di oggi, ancora una volta una discussione tra Gesù e i Farisei. Questa volta è sul sabato, giorno di riposo dalla fatiche quotidiano e dedicato al servizio del Signore. I discepoli vengono colti in errore, stanno facendo qualcosa contro la legge del sabato.  Sembra quasi che i Farisei non vivessero che per monitorare il compoertamente dei discepoli e dello stesso Gesù. E sembra quasi che ci provassero gusto nel mettere in cattiva luce l’operato di Gesù.

Ancora una volta Gesù non scusa direttamente i discepoli ma ricorda ai farisei un evento simile accaduto nella stessa storia di Israele. Certo un evento che anche i farisei conoscevano bene e che forse a volte loro stessi avevano usato per giustificare dei loro suprusi alla stessa legge del Sabato. Vedi per esempio quando Gesù si scaglia contro di loro e dice a loro che prendono e usano la legge del sabato solo per il loro tornaconto personale , perchè se hanno da portare i loro asini all’abbeveratoio, loro lo portano con tranquillita pur sapendo che stanno trasgredendo la legge del Sabato. In pratica Gesù ancora una volta smaschera la loro falsità e il loro cuore perverso e moralmente cattivo, visto che loro erano i primi a trasgredire la legge.

Poi,. In un secondo momento, ribadisce il fatto che implementare la legge per la legge in se stessa , non porta da nessuna parte.  Non possiamo nascondere le nostre pecche  o le nostre fragilità o i nostri atteggiamenti poco cristiani , spesso mancanti di amore vero, dietro  a un’osservanza della legge che non ripaga nessuno, neanche chi la osserva . Coloro che con tanta facilità agiscono in questo modo , Gesù li chiama “ sepolcri inbiancati “.

Gesù stabilisce con forza che lui è il Signore del Sabato. Perchè?

Perchè in Lui c’è la vita. In Lui il sabato e la sua osservanza trova senso e significato. IL sabato esiste per dare gloria a Dio. Il Sabato è il tempo e l’occasione proprizia per entrare sempre piu in conttato intimo con il Signore. Il Sabato è il giorno del Signore. IL Sabato è un mezzo, un aiuto , una strada diritta che ci porta la Signore.  Quindi non c’entra il fare o non fare .Quello che è importante è che il nostro cuore nel giorno del Signore sia del Signore. Posso ancora non fare nulla di nulla, ma se il mio cuore non è con il Signore, allora non sto rispettando il Sabato. Posso lavorare e fare tantissime azioni di carità, consapevole che le sto facendo con il Signore e per il Signore,allora adempio la legge del Sabato.

Il sabato è il giorno che il Signore ha fatto per noi e noi siamo chiamati a gioire e ad esultare in esso.

In breve possiamo dire che Il giorno di Dio non si onora con l’osservanza di una legge  che resta esterna al cuore,  ma con impegnare tutta la vita  nel nome del Risorto.  Abbiamo bisogno anche noi, di riscoprire il senso delle nostre domeniche. Certo l’Eucaristia è il centro, ma la carità, specialmente verso i fratelli più bisognosi ci onora più di qualche messa distratta  e vissuta come obbligo pesante.

Cari amici, questa riflessione dobbiamo allargarla alla nostra vita e chiederci come io vivo la domenica , giorno del Signore? Posso dire con tutto me stesso e con sincerità che davvero cerco di piacere al Signore , dedicando il mio tempo prezioso a Lui e solo per Lui? Noto una differenza in me nel modo di vivere i giorni della settimana e la domenica? Per me cosa significa vivere la Domenica  come giorno del Signore? Cosa faccio di concreto per manifestare questo mio credo?

Buona giornata di cuore

Padre Antonio