Commento al Vangelo del 24 Dicembre 2014

23.12.2014 20:30

Lc 1,67-79
Ci visiterà un sole che sorge dall’alto

 

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Zaccarìa, padre di Giovanni, fu colmato di Spirito Santo e profetò dicendo:
«Benedetto il Signore, Dio d’Israele,
perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi un Salvatore potente
nella casa di Davide, suo servo,
come aveva detto
per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:
salvezza dai nostri nemici,
e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri
e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza
nella remissione dei suoi peccati.
Grazie alla tenerezza e misericordia del nostro Dio,
ci visiterà un sole che sorge dall’alto,
per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre
e nell’ombra di morte,
e dirigere i nostri passi
sulla via della pace».


Parola del Signore

 

Il Cantico di Zaccaria è la conclusione posta dallo Spirito Santo all'Antico Testamento ed è anche l'introduzione al Nuovo. Viene dichiarato chiuso l'Antico Testamento perché Dio ha realizzato la sua promessa di inviare un Salvatore potente. Lo ha promesso e lo ha fatto. Il Salvatore potente è in mezzo a loro. È già nel mondo, anche se ancora nel grembo verginale della Madre di Dio.
Questo Salvatore è potente perché dovrà salvare l'uomo dai suoi nemici e da quanti lo odiano. Ma chi sono i nemici dell'uomo e chi odia il popolo del Signore? Nemico dell'uomo è il peccato. Nemico dell'uomo è l'autore del primo peccato: Lucifero, o Satana, o Serpente antico. Questo Salvatore potente viene per strappare l'uomo dal regno delle tenebre e introdurlo nel regno della verità e della luce. È questa un'opera che solo questo Salvatore potrà compiere. Nessun altro è rivestito di una tale potenza.
Per questo Gesù nasce, per questo viene al mondo: per liberare l'uomo dalla schiavitù di Satana e dargli lo statuto di vero figlio di Dio. Come vero figlio di Dio dovrà servire il Signore senza timore, nella santità e nella giustizia al suo cospetto per tutti i giorni della sua vita. Gesù non viene per mettere l'uomo contro l'uomo, viene invece per togliere la radice di ogni inimicizia dell'uomo verso l'uomo e verso Dio. Questa radice ha un solo nome: Satana, Lucifero, Demonio, Diavolo. Chi non libera l'uomo dal padre di ogni peccato, mai potrà dirsi Salvatore potente e neanche Salvatore.
Quale è il compito o ministero di Giovanni il Battista? È quello di andare innanzi al Signore a preparargli le strade. Come si preparano le strade al Signore? Donando al popolo la conoscenza della salvezza nella remissione dei suoi peccati. La salvezza si conosce predicando la vera Parola di Dio. La remissione dei peccati è nel pentimento e nella conversione. La Parola di Giovanni illuminerà i cuori e li condurrà a vera conversione. La conversione è nel cambiamento dei pensieri.
Ma chi è il Signore che viene? È Cristo Gesù. Chi è Cristo Gesù? È il sole che sorge dall'alto, per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre e nell'ombra di morte, e dirigere i passi dell'umanità intera sulla via della pace. Gesù viene per illuminare il mondo della luce divina liberandolo così dalle tenebre del peccato e della morte. Viene per condurre i passi dell'uomo sulla via della pace. La pace è il dono all'uomo della sua verità e la vita conforme ad essa in relazione a Dio, ai fratelli, all'intera creazione. Gesù viene per farci veri della sua verità, immergerci in essa, trasformarci in verità. Dalla verità di Cristo nasce la pace, che non è data una volta per sempre, ma è un vero cammino verso la sua pienezza che si raggiungerà nella pace eterna del Cielo.

Commento del Movimento Apostolico