Commento al Vangelo del 2 Luglio 2014 - Mt 8,28-34

02.07.2014 07:02

Mt 8,28-34
Sei venuto qui a tormentarci prima del tempo?

 

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, giunto Gesù all’altra riva, nel paese dei Gadarèni, due indemoniati, uscendo dai sepolcri, gli andarono incontro; erano tanto furiosi che nessuno poteva passare per quella strada. Ed ecco, si misero a gridare: «Che vuoi da noi, Figlio di Dio? Sei venuto qui a tormentarci prima del tempo?».
A qualche distanza da loro c’era una numerosa mandria di porci al pascolo; e i demòni lo scongiuravano dicendo: «Se ci scacci, mandaci nella mandria dei porci». Egli disse loro: «Andate!». Ed essi uscirono, ed entrarono nei porci: ed ecco, tutta la mandria si precipitò giù dalla rupe nel mare e morirono nelle acque. 
I mandriani allora fuggirono e, entrati in città, raccontarono ogni cosa e anche il fatto degli indemoniati. Tutta la città allora uscì incontro a Gesù: quando lo videro, lo pregarono di allontanarsi dal loro territorio.


Parola del Signore

 

Gesù è la persona che sempre sconvolge le vie degli uomini. Noi tutti costruiamo ogni giorno vie di economia fiorente, fondata sullo sfruttamento dei fratelli. Edifichiamo sentieri di diritto e di giustizia innalzati sull'immoralità e sulla trasgressione dei comandamenti. Innalziamo torri di Babele sul sangue dei poveri e dei miseri. Inventiamo vie di pace a prezzo dello sterminio di intere nazioni. Immaginiamo vie di prosperità e di benessere per pochi privilegiati, mentre la stragrande maggioranza dell'umanità vive una vita subumana. Lavoriamo per il nostro interesse negando gli interessi altrui e calpestandoli. Vogliamo l'ottimo per noi e ignoriamo che l'altro non ha neanche l'indispensabile per vivere. Pensiamo alla globalizzazione dei mercati mentre frantumiamo la globalizzazione della solidarietà e della fratellanza tra i popoli. Agiamo per l'uomo, ma contro l'uomo. Siamo civili in un mare di inciviltà. Ci professiamo altruisti ma badando bene a ingrassare il nostro egoismo.
Queste vie Gesù non le conosce come sue. Sono vie di peccato, di tenebre, di morte, di negazione e di uccisione della persona umana. Le sue vie sono di luce, grazia, vita, verità, giustizia, comunione, solidarietà. Gesù conosce una sola via buona: un solo uomo vale quanto Dio, anzi più di Dio, secondo la legge del suo amore. Fino a quando non entreremo anche noi in questa dimensione della verità umana, sempre innalzeremo grattacieli di ipocrisia, immoralità, nefandezza e ogni altra disumanità. È facile sapere se la nostra via è buona, oppure malata, guasta. Basta riflettere sul valore che diamo ad ogni persona umana. Finché non siamo pronti a morire per essa, a rinunciare alla nostra vita per essa, siamo ancora troppo lontani dalla via di Gesù.
Oggi Gesù è in territorio pagano. Gli vengono incontro due indemoniati. Sanno che Gesù è venuto per distruggere il loro regno. Lo precedono e gli chiedono di essere mandati in un branco di porci. Gesù lo acconsente loro ed essi escono dagli uomini e invadono quella numerosa mandria di porci e questi, tutti, precipitano nel lago sottostante e annegano. Le vie degli uomini sono per la mandria dei porci anziché per i due indemoniati. Questi sono un problema secondario. Danno qualche fastidio ma non turbano l'economia del mercato. Ad essi ci si può anche abituare e ci si abitua facilmente. L'economia invece deve essere sempre fiorente. Anzi ad essa non solo due indemoniati vanno sacrificati, ma ogni altro uomo deve sottostare alle sue leggi. Gesù così non pensa. Lui è per l'uomo, per ogni uomo, per tutti gli uomini.
Per Gesù in questo mondo non c'è spazio. Deve lasciare il nostro territorio. Lui mette in crisi le nostre vie economiche, sociali, politiche, comunitarie, tutte strutturate sul più nero egoismo. Questo perché ci dimentichiamo che siamo tutti dalla benedizione di Dio e Dio la sua benedizione mai la dona senza di Lui. Non sono due cose: Dio e la sua benedizione, ma una sola cosa. Dio ci benedice se noi lo accogliamo. Se abbiamo Lui, abbiamo la sua benedizione. Se non abbiamo Lui, non abbiamo neanche la sua benedizione e miseramente periamo. Abbiamo Dio se accogliamo Gesù e chi è Gesù? È ogni uomo che viene sul nostro territorio per distruggere la nostra economia di mercato. Apparentemente la distrugge. Distrugge la vecchia economia. Crea la nuova che è tutta fondata sulla benedizione di Dio e su ogni dono di amore, di grazia e di verità.

Commento del Movimento Apostolico