Commento al Vangelo del 19 Settembre 2014

19.09.2014 14:20

Lc 8,1-3
C’erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni

 

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio. 
C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demòni; Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni.


Parola del Signore

 

Pochi versetti sfuggiti alla censura maschilista che ci restituiscono un quadro della comunità degli apostoli a dir poco sconcertante... Gesù e i dodici, ci dice Luca, erano seguiti da un gruppo di donne che li aiutava nella predicazione e che si occupava di loro nelle faccende quotidiane. Già oggi la cosa sarebbe difficile da accettare, figuriamoci in un contesto misogeno come quello della Palestina del primo secolo! La donna, in Israele, non aveva una propria autonomia, ma era dipendente in tutto dal marito. Non poteva uscire di casa da sola, né esprimere un parere o parlare se non interrogata... Una figura di donna defilata e succube dei maschi di famiglia, come ancora accade nelle culture islamiche radicali. E Gesù che fa? Si fa seguire da un gruppo di discepole e affida loro, pure, il primo annuncio della resurrezione! Grandissimo Gesù che vede il cuore, che supera i contesti culturali, anche quelli più radicati nel cuore delle persone. Grande Gesù che ci aiuta a immaginare un mondo nuovo, dove uomini e donne, nel rispetto della propria splendida peculiarità, si integrano e si compensano per servire il vangelo nella propria sensibilità!

Commento di Paolo Curtaz